La buona notizia è che il successo dei BTS è riuscito a superare il delicato confine di stato tra le due Coree. La cattiva notizia è che qualcuno passerà dei guai davvero grossi a causa della musica dei BTS.

La storia risale al mese scorso e arriva da Hyesan, città della pronvincia nordcoreana di Yang Kang. A casa di un uomo, tale signor Min, ex soldato adesso ritiratosi dalle armi per cause di salute, è stata ritrovata una chiavetta USB contenente alcune canzoni dei BTS e delle puntate di drama sudcoreani, tra i quali "Marry Me Now".

Pyongyang-North-Korea-Kim-Il-sung-Square.jpg

Stando al report di Daily NK, le persone trovate in possesso di questa chiavetta USB sarebbero state arrestate e portate in un centro di detenzione per essere interrogate dal Dipartimento Provinciale di Sicurezza.

Al fine di ridurre la possibilità che i cittadini fuggano dal paese, la Corea del Nord proibisce l'uso di qualsiasi materiale che promuova il capitalismo. Come risultato di questo, il paese impone punizioni severe per chi viene trovato in possesso di contenuti audio o video provenienti dalla Corea del Sud.

La star del film "Burning" Yoo Ah In ha raccontato gli anni della sua giovinezza in un episodio di "Dool Ain Ohbangkanda", una trasmissione di lettura presentata dallo stesso Yoo Ah In e dal filosofo coreano Kim Young Ok.

Uno dei temi della discussione della puntata riguardava il sistema scolastico sudcoreano, incluso il fatto che molti studenti seguano dei corsi privati per riuscire ad accedere nelle più prestigiose università del paese.

Yoo Ah In ha rivelato di non avere portato a termine il liceo: "Con i miei genitori parlavo di qualsiasi cosa, ma un giorno divenni un ribelle e partii per Seul. - racconta - Improvvisamente avevo cambiato i miei piani di carriera e dissi a loro che volevo fare l'attore. I miei non si opposero, né mi appoggiarono. Mi chiesero soltanto quale fosse la mia opinione a riguardo e quindi mi lasciarono libero di fare ciò che volevo."

YooAhIn1 1.jpg

"Penso di aver avuto il coraggio e la fortuna di aver potuto prendere questa decisione e di buttarmi nell'incognito con imprudenza. Per questo penso di aver appreso la capacità di trasformare tutte le situazioni difficili della mia vita in opportunità per la mia educazione personale", ha concluso l'attore.

Yoo Ah In è il protagonista di "Burning" di Lee Chang Dong, film insignito di vari riconoscimenti come il FIPRESCI Prize al festival di Cannes 2018, il Gran Premio della Giuria all'Asia Pacific Screen Awards, nominato per otto premi agli Asian Film Awards e arrivato nella preselezione per gli Oscar 2019 nella categoria dei film in lingua straniera.

Key e Minho degli SHINee sono in procinto di entrare nella lista degli idol che partiranno per il servizio militare in questo 2019.

Stando ad alcuni report dei media sudcoreani, Key avrebbe richiesto di arruolarsi nei "Music Corps" dell'esercito, insieme a Jinwoon dei 2AM. Gli annunci ufficiali relativi a questa armata saranno pubblicati il 24 gennaio. Se la richiesta di Key sarà accettata, il ragazzo si arruolerà nel prossimo mese di marzo.

keyminhomilitar 1.jpg

Anche l'altro membro degli SHINee,  Minho, sta preparando il suo arruolamento per la seconda metà dell'anno. In quanto nati nel 1991, sia Key che Minho devono iniziare il loro servizio di leva entro la fine di quest'anno.

In questo momento, Key è in attesa del suo debutto sul grande schermo con il film "Hit-and-Run Squad" il 30 gennaio, mentre Minho sta partecipando alle riprese della pellicola sulla guerra di Corea intitolata "Jangsari 9.15".

Ieri il politico Ahn Mink Seok del Partito Democratico della Corea ha dichiarato per la seconda volta che vorrebbe portare i BTS in concerto a Pyongyang, in Corea del Nord.

L'evento si terrebbe in concomitanza dell'anniversario della dichiarazione congiunta di Pyongyang, avvenuta lo scorso mese di settembre. Il parlamentare sudcoreano ha dichiarato di essersi rivolto alla Big Hit per capire se il calendario del gruppo possa permettere ai BTS di esibirsi in Corea del Nord.

L'agenzia ha risposto con un breve comunicato su "Sports Chosun": "In questo momento, non abbiamo niente da dichiarare riguardo questo concerto."

BTSnorthkorea 1.jpg

Nel caso il concerto venisse organizzato, questo si terrebbe al May Day Stadium, il più grande stadio del mondo, che ha una capacità di ben 150 mila spettatori. L'evento, oltre ai BTS, prevederebbe la presenza anche di altri gruppi che al momento non sono stati specificati.

Le reazioni tra gli army sono state diverse, tra chi appoggia la proposta del concerto e chi afferma che l'immagine dei BTS non dovrebbe essere usata a scopo politico. Tra gli idol a essersi esibiti in Corea del Nord, non molti mesi fa toccò alle Red Velvet, primo gruppo femminile a esibirsi a Pyongyang dal 2003.

Pagina 1 di 5
Joomla SEF URLs by Artio