Il conto alla rovescia degli ARMY è ufficialmente iniziato!

Alla mezzanotte coreana del 12 marzo, la Big Hit Entertainment ha fatto un annuncio ufficiale sul fan café dei BTS: il prossimo album del gruppo uscirà il 12 aprile e si chiamerà "Map of the Soul: Persona".

mapofthesoul 1.jpg

Al momento non siamo in possesso di altri dettagli riguardo la release: né colori, né concept, né altro tipo di indizi che ci permettano di saperne di più. Gli ARMY di tutto il mondo, però, stanno già elaborando teorie e collegamenti: “MAP OF THE SOUL” compare infatti in una frase alla fine del video di Epiphany: “In fin dei conti, quel che devo trovare è l'inizio e la fine di tutto: la mappa dell'anima.”

Per quanto riguarda tutto il resto, l'unica cosa sicura ci è dato sapere al momento è che i preordini iniziano dal 13 marzo. Ovviamente, nuove informazioni non tarderanno ad arrivare, sempre sul Fan Café dei Bangtan Boys.

Il tour mondiale dei BTS, "Love Yourself: Speak Yourself", prenderà il via il prossimo 4 maggio da Los Angeles.

La buona notizia è che il successo dei BTS è riuscito a superare il delicato confine di stato tra le due Coree. La cattiva notizia è che qualcuno passerà dei guai davvero grossi a causa della musica dei BTS.

La storia risale al mese scorso e arriva da Hyesan, città della pronvincia nordcoreana di Yang Kang. A casa di un uomo, tale signor Min, ex soldato adesso ritiratosi dalle armi per cause di salute, è stata ritrovata una chiavetta USB contenente alcune canzoni dei BTS e delle puntate di drama sudcoreani, tra i quali "Marry Me Now".

Pyongyang-North-Korea-Kim-Il-sung-Square.jpg

Stando al report di Daily NK, le persone trovate in possesso di questa chiavetta USB sarebbero state arrestate e portate in un centro di detenzione per essere interrogate dal Dipartimento Provinciale di Sicurezza.

Al fine di ridurre la possibilità che i cittadini fuggano dal paese, la Corea del Nord proibisce l'uso di qualsiasi materiale che promuova il capitalismo. Come risultato di questo, il paese impone punizioni severe per chi viene trovato in possesso di contenuti audio o video provenienti dalla Corea del Sud.

La leggenda del K-Pop Rain ha parlato a favore dei BTS.

In un'intervista concessa a "Herald Pop", Rain, con un recente passato di successi come cantante e come attore, si è espresso modestamente, dichiarando: "Il motivo per cui sono stato definito una 'star mondiale' è perché a quel tempo non c'erano altri fenomeni di dimensioni simili. Penso di essere stato sopravvalutato." Inoltre, ha aggiunto "Tutti gli artisti coreani che lavorano all'estero devono essere acclamati."

Rain ha spiegato: "Grazie alla promozione del nostro paese da parte di questi artisti, gli stranieri imparano il coreano e approfondiscono la nostra cultura. Anni fa, dovevo prepararmi dei Q&A in inglese per i tour mondiali, ma adesso, c'è chi mi capisce quando parlo in coreano. Gli stranieri imparano da Youtube grazie ai cantanti k-pop, gli attori coreani e alle produzioni coreane".

rainbts 1.jpg

L'artista ha quindi affermato: "Detto questo, penso che i BTS siano un fenomeno pazzesco. Sono incredibili. Penso che anche le TWICE e altri gruppi debbano avere il successo che meritano".

Concludendo, Rain dice: "A volte incontro PSY e parliamo di quanto (i BTS) siano grandiosi. Sia io che lui siamo produttori. Pensiamo che se i BTS e le TWICE preparano al meglio il terreno, possono nascere molte altre grandi star coreane. Penso che sia un fenomeno positivo".

Nella scorsa notte è andata in scena, allo Staples Center di Los Angeles, la cerimonia di premiazione dei 61mi Grammy Awards, i più importanti premi musicali a livello internazionale.

Come preannunciato da ormai qualche settimana, allo show erano presenti i BTS in veste di "annunciatori" del premio "Best R&B Album" (e in qualità di candidati nella categoria Best Recording Package, poi vinta da MASSEDUCTION). I sette ragazzi hanno catturato l'attenzione dei presenti e dei media, sia sul red carpet che al momento della consegna del premio. Sul palco dei Grammy, RM ha preso la parola a nome del gruppo, dichiarando di essere onorato di trovarsi lì e che questo rappresenta un sogno per il gruppo, ma promettendo anche di tornarci in un futuro prossimo.

I Bangtan, però, non sono stati i soli artisti K-Pop presenti alla rassegna, considerando anche gli eventi collaterali.

layexo grammy.jpg

Sul red carpet è apparso anche Lay Zhang (EXO), in qualità di ambasciatore musicale per l'emittente FM101, rilasciando anche un'intervista a Billboard, in cui afferma di voler tornare per esibirsi sul palco dei Grammy.

Chi, invece, si è esibito nell'ambito dei Grammy 2019 sono state le BLACKPINK, che sono salite sul palco dello Showcase della Universal organizzato il giorno precedente della cerimonia di premiazioni. Le ragazze della YG proseguiranno la loro esperienza americana con le "ospitate" nei programmi "The Late Show with Stephen Colbert" e "Good Morning America" tra le giornate di oggi e domani.

grammy2019kpop 2.jpg

Ai Grammy 2019 era presente, in quanto invitato, anche Crush, che aveva espresso entusiasmo per la partecipazione all'evento tramite una storia su Instagram.

Pagina 1 di 6
Joomla SEF URLs by Artio