"La città è il soggetto e insieme il luogo in cui la mia arte prende vita."

Camden Art Centre Showcase from MINJOONHONG on Vimeo.

Min Joonhong è un artista sudcoreano, nato a Seul nel 1984 e residente a Londra, dove produce, all'interno del suo studio, le sue opere d'arte ispirate alla vita in città. Il suo metodo è del tutto particolare: Min Joonhong infatti raccoglie le materie prime per la produzione dei suoi lavori direttamente dalle strade: mobili in disuso, oggetti cestinati, involucri e carta riciclata. Questi materiali, uniti al tratto della sua penna e alla sua creatività, creano delle opere che vogliono immergere lo spettatore nel ritmo frenetico e nella dura competizione della società consumista contemporanea.

minjoonhong 1.jpg

Min Joonhong ha parlato della sua arte con noi, rispondendo a qualche domanda:

D: Nelle tue opere rappresenti la vita in città. In quali città hai vissuto e come le descriveresti attraverso la tua arte?

R: La città è il tema centrale delle mie opere. Sono nato a Seul, ho vissuto a Londra e Milano e ho viaggiato inoltre in altre città in Europa e negli Stati Uniti. Penso di raccontare la vita in città secondo il mio stile di vita personale. I miei soggetti vanno dagli oggetti trovati all’interno dello scenario urbano alle memorie personali accumulate con essi.

Ogni giorno raccolgo materiale di scarto dalle strade, anche mobili, li smonto per far loro perdere la loro forma e funzione originale, quindi li assemblo in nuove forme, avvolte in carta riciclata e colorate a penna. I disegni ripetitivi fatti con la penna simboleggiano la routine della vita cittadina e le confezioni e i cartoni con cui sono avvolte le opere rappresentano i colori e i marchi di fabbrica che si incontrano ogni giorno nelle grandi città.

minjoonhong 2.jpg

D: Raccogliere oggetti in disuso e riportarli a nuova vita fa parte della tua arte. C'è anche un messaggio ecologico nei tuoi lavori? Cosa pensi del problema ambientale?

R: Il primo messaggio delle mie opere è descrivere individui che si isolano e che vengono isolati da ciò che li circonda, a causa della dura competizione e degli stili di vita della società contemporanea. Una società che può essere considerata “del consumo di massa”: lo stile di vita delle persone può essere facilmente descritto dai mass media come la tv e il cinema e dai social network come Facebook o Instagram. Questo stile di vita ci porta a consumare velocemente le risorse che vengono dalla Terra. Per me, come artista e come persona che vive nella società contemporanea, il problema ecologico è un tema di primaria importanza.

minjoonhong 3.jpg

D: Avendo vissuto in Italia, sei stato ispirato dal nostro paese nella tua arte?

R: Mia madre è una fashion designer e ha lavorato come traduttrice e coordinatrice di eventi artistici e culturali come mostre di design e festival dell’artigianato a Milano, perciò ho viaggiato per molte città in Italia. Oltre a Milano ho visitato Venezia, Roma, Udine e molte altre. Ho tratto ispirazione dalle città italiane soprattutto dalla combinazione e dall’armonia tra la loro parte artistica e storica e quella moderna e dalla loro conservazione del patrimonio culturale.

Non è un caso che dall’Italia provengano fantastici designer e artisti. Spero di poter approfondire la mia conoscenza sul design italiano a Milano se ne avrò la possibilità. Sono stato molto colpito da ciò che ho trovato alla Biennale di Venezia, ma anche la Fondazione Prada a Milano è un bellissimo posto dove ho tratto molti spunti per le mie creazioni artistiche.

minjoonhong 4.jpg

D: Quali sono i tuoi prossimi progetti e appuntamenti?

R: A lungo termine, da ottobre a dicembre prossimi parteciperò ad un programma di residenza artistica a New York, mentre, più a breve parteciperò ad una mostra di gruppo a Londra, che avrà come tema la relazione tra il corpo umano e lo spazio. Per il resto, ho intenzione di proseguire regolarmente con le mie esperienze artistiche e continuare a raccontare la mia visione del mondo.

minjoonhong 5.jpg

Per saperne di più sull'artista Min Joonhong, visitate il suo sito www.minjoonhong.com oppure le sue pagine Facebook e Instagram.

Tutte le immagini di questo articolo appartengono a Min Joonhong.

Il 22 marzo 2019 alle ore 19,00 si inaugura a Roma, presso la sede dell’Istituto Culturale Coreano, la mostra dell’associazione artistica ARCOI, dal titolo “KoreArt – Segni dell’Esistenza”.

Verranno presentate circa trenta opere di 22 artisti coreani in attività sul territorio italiano. Attraverso questa mostra gli artisti raccontano i “Segni dell’Esistenza”. L’artista di qualunque epoca si ritrova sempre a fare i conti con l’identità e il significato della vita. L’identità sentita come individuo ed essere umano, o ancora identità intesa come identità artistica di un artista. All’artista attraverso l’identità che assume la propria opera nel contesto artistico vengono poste svariate domande che lo portano ad una profonda introspezione esistenziale. Queste infinite domande si inseguono all’interno e all’esterno dell’artista.

icc_arcoi2019_sns_ista_20190304-1.jpg

In questo circolo infinito di domande l’artista trova il valore della propria essenza che esprime attraverso la sua opera. L’opera non è che l’esteriorizzazione del percorso di avvicinamento all’identità essenziale dell’artista. Questo percorso può essere per esempio un’introspezione dell’essere umano e della natura per la formazione del proprio mondo interiore o della propria spiritualità o ancora l’espressione di un umanismo satirico di derivazione filosofico-naturalistica. La serie di opere esposte sono i segni e l’espressione dell’evoluzione del pensiero e dell’identità dei vari artisti.

54041390_652456268543901_6408921830832209920_n.jpg

Dentro le opere ci sono le storie degli artisti che provano anche crisi di identità vivendo da coreani all’estero. Ma allo stesso è un’occasione potendo conoscere persone e culture differenti con nuove fonti d’ispirazione. Il risultato è la possibilità di vivere la vita e i segni esistenziali di diversi artisti di età e pensiero differente.

53318743_648589595597235_5401882141724246016_n.jpg

Si tratta di una mostra speciale che spazia su diverse discipline: si avrà la possibilità di ammirare la scultura, la pittura occidentale, la pittura orientale, il patchwork, la ceramica, le installazioni, l’objet, la fotografia in una sola mostra.

Mostra ARCOI – KoreArt

Segni dell’esistenza

Data Inaugurazione : 22 Marzo 2019, ore 19.00

Durata Mostra : 25 Marzo ~ 11 Aprile 2019, ore 09.00 ~ 17.00

Luogo : Istituto Culturale Coreano, Via Nomentana 12, Piano 1

Altro riconoscimento istituzionale per i BTS!

Stando a una dichiarazione del portavoce della Casa Blu, il presidente della Corea del Sud, Moon Jae In, ha insignito i BTS e l'attore Lee Soon Jae di un alto riconoscimento per "grandi e meritori servizi nel campo della cultura e dell'arte nell'interesse della promozione dello sviluppo culturale nazionale".

btsorder 1.jpg

I BTS, ancora una volta si vedono riconoscere l'impegno per la diffusione dell'Hallyu (la cultura pop sudcoreana) e sono i più giovani artisti a ricevere tale premio.

Anche il primo ministro sudcoreano Lee Nak Yeon si è congratulato con i BTS per la diffusione dell'interesse per la lingua coreana, aggiungendo: "I BTS diffondono in tutto il mondo non solo la nostra lingua, ma anche il nostro alfabeto l'Hangul".

Joomla SEF URLs by Artio