SE HAI PROBLEMI CON LA RIPRODUZIONE DELLA MUSICA CLICCA QUI

L’Istituto Culturale Coreano in Italia organizza il K-POP Party Online 2020 (Contest di danza e canto KPOP) in modalità Online per raggiungere tutti gli appassionati di K-POP in Italia e condividere questa passione.

 

Il Contest verrà tramesso in formato di ‘programma musicale’ il giorno 25 ottobre 2020 alle ore 21 sul canale Youtube dell’Istituto Culturale Coreano in cui potrete assistere alle esibizioni di 15 gruppi selezionati da tutta Italia che daranno sfoggio delle loro abilità riproducendo le coreografie e le canzoni dei loro artisti e gruppi K-POP preferiti.

 

Partecipa anche tu alle preselezioni del K-POP Party Online 2020 che si terrà dal 14 settembre al 7 ottobre inviando il tuo video all’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

I video dei partecipanti ammessi alla fase finale verranno mandati in onda sul canale Youtube dell’Istituto Culturale Coreano (https://www.youtube.com/channel/UCB6tL4ogLGVtMvkig2zIDVA) in formato di “programma musicale” il 25 ottobre 2020 alle ore 21.

 

K-POP Party 25 ottobre.jpg

 

Il video del contest rimarrà disponibile su youtube anche per tutti coloro che non possono seguire la diretta.

 

I vincitori del contest verranno selezionati attraverso il voto del pubblico e dalla giuria interna dell’Istituto Culturale Coreano e verranno premiati con interessantissimi premi.

 

Verranno selezionati 3 vincitori per ogni categoria (Gruppo, Solista, Cantante/i):

1° classificato: Trofeo + buono Amazon del valore di 200 euro

2° classificato: buono Amazon da 100 euro

3° classificato: buono Amazon da 50 euro

 

* Ai vincitori della categoria ‘gruppo’ verrà conferito un unico trofeo, ma i buoni del valore soprindicato verranno conferiti ad ogni membro del gruppo.

 

Cosa stai aspettando? Affrettati!

 

 

Informazioni sull’evento 25 Ottobre

Evento: K-POP Party Online 2020

Data e ora: Domenica 25 Ottobre ore 21:00

Luogo: Canale Youtube Istituto Culturale Coreano

https://www.youtube.com/channel/UCB6tL4ogLGVtMvkig2zIDVA

 

I vincitori verranno selezionati attraverso il voto del pubblico e della giuria interna dell’Istituto Culturale Coreano.

 

Il video del contest rimarrà disponibile sul canale YouTube in modo che anche chi non ha potuto seguire la diretta possa guardarsi il programma e votare il proprio gruppo preferito dal 25 fino al 31 ottobre.

 

Foto copertina: Filippo Venturi

• Aperto a tutti e gratuito, il concorso finanzierà con 20mila euro i progetti e le idee più originali che presentano la Corea agli Italiani

• Cucina, turismo, cultura, cosmesi e sport questi alcuni dei temi che potranno essere sviluppati

 

L’Ambasciata della Repubblica di Corea e l’Istituto Culturale Coreano lanciano, per la prima volta, il concorso Corea in Camera, il video concorso, aperto a tutti, che premia i migliori e originali progetti per presentare i diversi aspetti della Corea, come cucina, turismo, cultura, cosmesi e sport, e la loro relazione con l’Italia. L’iniziativa si avvarrà della collaborazione della Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

Termine per presentare la domanda è il 12 ottobre, mentre entro il 26 ottobre saranno selezionate le idee e i progetti che verranno finanziati per essere realizzati con 20mila euro totali: il primo premio è di 7.500 euro, il secondo di 6.000 euro, il terzo di 4.000 euro, il quarto di 2.500 euro. I video dovranno poi essere realizzati e consegnati entro il 20 novembre. Il regolamento è disponibile al link http://italia.korean-culture.org/it/760/board/525/read/104242.

 

Corea in Camera_Stampa (2).jpg

 

Istituto Culturale Coreano - commenta Choong Suk Oh Direttore dell’Istituto Culturale Coreano - è un osservatorio privilegiato per constatare l’interesse degli Italiani nei confronti della Corea. In quattro anni nelle nostre iniziative abbiamo coinvolto migliaia di persone e i nostri corsi di lingua risultano sold out in poche ore. Proprio per promuovere ancor di più la conoscenza del nostro paese, sia nei suoi aspetti più conosciuti come il cibo e la cosmesi, sia in quelli ancora da scoprire come il vestito tradizionale Hanji o la casa Hanok, abbiamo promosso con la nostra Ambasciata “Corea in Camera”, un video concorso aperto a tutti che premierà i progetti più originali e creativi”.

 

L’iniziativa si avvarrà di un partner d’eccezione la Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia, tra le più antiche e prestigiose scuole di cinema al mondo dove si sono formati tra gli altri Michelangelo Antonioni, Garcia Marquez, Claudia Cardinale, Carlo Verdone e in tempi più recenti Claudio Giovannesi, Riccardo Scamarcio e Alba Rohrwacher e dove insegnano Giancarlo Giannini, Daniele Luchetti, Giuseppe Lanci e tanti altri artisti del cinema.

 

La Scuola Nazionale di Cinema non solo farà parte della giuria, ma collaborerà anche per un progetto rivolto ai propri studenti: il Korea Lab, un laboratorio didattico esperienziale che porterà gli allievi registi a seguire uno specifico percorso didattico che si conclude con la produzione di un ciclo di cortometraggi. I corti verranno proposti a festival di cinema in Italia e in Corea

 

Maggiori informazioni su www.culturacorea.it

 

La sua ultima produzione musicale per il mondo del K-Pop è stata "Break All The Rules", singolo di debutto dei CRAVITY, ma nel suo curriculum ci sono già molte collaborazioni prestigiose. Parliamo di Gionata Caracciolo, produttore e songwriter di Modena, che abbiamo avuto il piacere di intervistare.

 

Ciao Gionata! Partiamo dall'inizio, com’è iniziata la tua carriera musicale?

Ciao a tutti i follower di K-tiger!

Dunque, se parliamo di carriera musicale generale, posso dire che è iniziata intorno al 2003 con diverse hit di musica dance, ma parlando invece specificatamente del Kpop e della musica asiatica, nel 2012 con la produzione del comeback di una solista rookie dell’epoca chiamata Andamiro (adesso conosciuta come ANDA). Successivamente, nel 2018 ci furono i VAV, Red Velvet, Super Junior e molti altri come gli ultimissimi di casa Starship, i CRAVITY.

 

46305326_212877466305084_4223783740347444873_n.jpg

 

Quando e come sei venuto a conoscenza del K-Pop?

Il colpevole è un mio caro amico di Milano che, nel 2011 mi fece ascoltare alcune canzoni Kpop che aveva trovato su YouTube. Non nascondo che il primo approccio non fu’ dei migliori, anzi. Trovai tutto un po’ “strano” per i miei gusti, nonostante comunque lo stile di molte canzoni non erano poi così lontane da quello che già producevo e ascoltavo.

Ma come si dice in molti casi, se è destino…. E infatti, qualche settimana dopo, ritornò alla carica con un’altra canzone da farmi ascoltare: IU “You And I”.
Non ho ben capito esattamente cosa mi attirò di quella canzone, ma il giro armonico, gli strumenti, il video super fantasy… insomma, rimasi abbastanza colpito da quella canzone tanto da segnarmela tra i preferiti per riascoltarla successivamente.

 

In che modo è avvenuto il primo contatto con le etichette coreane?

Il primissimo contatto, come accennato prima, è stato con la Trophy Entertainment dell’artista Andamiro. Mi contattarono loro perché sentirono una mia canzone che stava girando nelle discoteche coreane e cercavano quel tipo di sound per il comeback della loro solista.
Qualche anno dopo invece, con il mio attuale editore, ci fu’ il primo incontro con la SM e tantissime altre agenzie coreane con cui oggi collaboriamo a stretto contatto.

 

Hai avuto modo di interagire con alcuni dei gruppi K-Pop per i quali hai collaborato?

Ho avuto una bella interazione con i VAV quando sono venuti qui in Italia a Milano. Ci siamo salutati come vecchi amici nel backstage e abbiamo immortalato quel momento con una splendida foto che trovate nel mio profilo Instagram (per i più curiosi). Ho avuto diverse interazioni anche con le Dreamcatcher la quale però non c’è stata ancora nessuna collaborazione reale, ma chissà nel futuro!

 

69553853_1287167674783084_2858400852338308775_n.jpg

 

Stando alle tue esperienze, qual è il processo di creazione di una canzone di successo K-Pop?

Ci sono diversi modi di creare una canzone Kpop, a volte si comincia scrivendo una linea melodica chiamata “topline” dove viene poi confezionato un arrangiamento musicale chiamato track o backing track. Altre volte è l’esatto contrario e come spesso succede nel mio caso, io creo una traccia dove viene poi successivamente scritta la topline. In alternativa, quando vengono organizzati dei “songwriting camp”, succede che venga creato tutto contemporaneamente insieme a trackmaker e topliner.

 

Per quali gruppi ti piacerebbe comporre una canzone?

Mi piacerebbe tantissimo collaborare con le WJSN! Per chi mi conosce da vicino sa benissimo quanto io sia un loro grandissimo fan, quindi sì, principalmente con loro, ma ci sono tantissimi altri gruppi, anche rookie, che ammiro e seguo con molta attenzione e con il quale mi piacerebbe collaborare.

 

Pensi che il K-Pop possa ancora crescere ed espandersi a livello mondiale, diventando un prodotto più commerciale?

Ora il Kpop sta vivendo il suo momento più glorioso grazie ai BTS, le BLACKPINK, i MONSTA X etc che sono riconosciuti a livello mondiale anche grazie alle collaborazioni che hanno fatto con artisti internazionali. Il mio pensiero è che questo fenomeno (perché comunque di fenomeno si parla), continuerà ancora per un po’ finché non arriverà qualcosa di nuovo che lo riporterà in uno stato di fama “contenuta” come era qualche anno fa.

Questo ovviamente è un pensiero che si basa su corsi e ricorsi storici e sulla rapidità con cui cambiano i gusti musicali delle persone, quindi potrei sbagliarmi, ma nel mentre, godiamoci questo grande momento dove possiamo sentire i nostri gruppi preferiti nelle radio italiane!

Nel variety show "Half Holiday in Italy", che andrà in onda sul canale Lifetime, Kim Yoo Jung si dividerà tra lavoro part-time al mattino e svago turistico nel pomeriggio.

​In una delle foto teaser del programma, Kim Yoo Jung indossa grembiule e berretto attirando l'attenzione dei clienti con un'espressione carina, invitandoli a comprare un gelato.

​Il video di anteprima pubblicato sui social di Lifetime ha suscitato le aspettative e la curiosità del pubblico. 

Durante i primi giorni di settembre, Kim Yoo Jung ha partecipato alle riprese del programma in una piccola e tranquilla città della Toscana - luogo che però non è mai stato presentato nelle trasmissioni coreane. L'attrice mostrerà un lato di sé completamente nuovo con l'aspetto vivace di chi si gode il tempo libero dopo essersi impegnata nel lavoro part-time.

kimyoojung.jpg

​"Half Holiday in Italy" sarà trasmesso simultaneamente sulla TV e sui canali digitali di Lifetime alla fine di settembre.

Pagina 1 di 4
Joomla SEF URLs by Artio