Secondo un report di Ilgan Sports, gli X1 non avrebbero ancora firmato un contratto con la CJ ENM.

 

GLi X1 hanno debuttato lo scorso 27 agosto come gruppo formato dagli 11 finalisti di "Produce X 101" di Mnet. A seguito di sospetti e indagini sulla scelta degli 11 finalisti, la SBS ha riferito ieri che il direttore della produzione dello spettacolo Ahn Joon Young ha ammesso di aver manipolato i risultati sia di "Produce X 101" che di "Produce 48."

 

Secondo Ilgan Sports, CJ ENM e le agenzie dei vari membri degli X1 hanno discusso molto dei contenuti dei loro contratti, ma ancora non c'è stata la firma da parte di tutti.

 

Joy News 24, in un altro comunicato stampa, ha riferito che le agenzie di alcuni membri hanno firmato contratti con la CJ ENM, mentre altre agenzie non lo hanno fatto perché non erano d'accordo con tutte le clausole.

 

Produce101_X_107_Kim_Wooseok.jpg

 

Ilgan Sports ha poi condiviso: “Mentre si stavano svolgendo le indagini sui sospetti di manipolazione, l'accordo pubblicitario per il quale gli X1 erano in trattativa è stato annullato e non è stato facile per loro apparire su altri canali televisivi. Ecco perché le agenzie di alcuni dei membri hanno dichiarato di voler firmare i loro contratti solo dopo i risultati delle indagini. Anche per le IZ*ONE, tra l'altro, i membri firmarono i loro contratti sei mesi dopo il loro debutto, quindi per la CJ ENM non era prioritario avere un contratto firmato prima di iniziare le promozioni."

 

Un'altra fonte del settore ha dichiarato: “I membri e le loro agenzie stanno pensando ai loro prossimi cinque anni di carriera. Stanno riflettendo profondamente sull'opportunità o meno di continuare a promuovere esclusivamente con gli X1. I membri stanno già ricevendo molti commenti malevoli e ciò li sta danneggiando. È una situazione terribile. Sono giorni di profonda riflessione, dai quali emergerà la migliore decisione per gli X1 e i loro fan. È un sollievo non aver ancora firmato un contratto con CJ ENM. Ma dal punto di vista di CJ ENM, pensando ai guadagni che otterrebbero dai cinque anni di promozioni come X1, non sarà facile lasciar andare i membri del gruppo."

Siamo vicini alla fine anche di questa quarta edizione di Produce, il fortunato survival Show che in precedenza ha visto nascere le I.O.I, i Wanna One e le IZ*ONE. E sono proprio le IZ*ONE gli ospiti d'onore per la finale di Produce X 101.

 

Com'era già successo in precedenza con le altre edizioni, i vincitori dell'edizione precedente sono apparsi a supportare i concorrenti.

 

La finale di Produce X 101 andrà in onda venerdì e verrà formato un nuovo gruppo comporto da 11 dei 20 concorrenti rimasti. 

 

È già stato annunciato che "Boyish Charm" una delle due tracce originali per la finale è stata scritta da Flow Blow e Hui dei Pentagon, il quale è dietro a “Never”, traccia di valutazione della seconda stagione di Produce 101, di “Energetic” traccia di debutto dei Wanna One, che di recente è stata scelta come la traccia di debutto di maggior successo degli ultimi anni, e “Pick Me (Naekkyeoya)”, la sigla di Produce 48. Mentre l'altra traccia, "“To My World" sarà scritta da Sean Alexander e Drew Ryan Scott i produttori di "U Got It" una delle tracce di valutazione di questa edizione del programma oltre a “Lion Heart” delle Girls’ Generation, “Heart Shaker” delle TWICE e’ “Dramarama” dei MONSTA X.

 

In risposta alla partecipazione delle IZ*ONE al completo la produzione del programma ha risposto "Per favore guardate tutto lo show per saperlo". Non resta, quindi, che guardare questa finale di Produce X 101

 

In attesa di quello di quest'anno ecco il ranking finale che ha portato alla nascita delle IZ*ONE:

 

L’ultimo comeback delle BLACKPINK, “Kill this Love”, è un indiscusso successo a livello internazionale. Questo non ha impedito però alla canzone e al relativo MV di venire bannati dalla KBS. Dalle recensioni dell’emittente sul video musicale infatti, il 25 aprile è emerso che questo non è stato ritenuto idoneo per la messa in onda, così come la title track di Park Bom “4.44”. Sono finiti nel mirino della KBS anche i music video per “Focus”, di Kim Dong Han, e “Ready Q” di Jung Min.

killthisloverose.jpg

Anche se ai fan questi episodi possono sembrare davvero incomprensibili, sappiate che non si tratta di casi rari e isolati. Capita spesso infatti che l’emittente giudichi inappropriati alla messa in onda delle canzoni o dei video musicali, senza, peraltro, fornire spiegazioni precise. “Kill this Love”, ad esempio, sarebbe stato bannato per “aver violato le leggi del codice della strada”: la scena incriminata, probabilmente, è quella nella quale Rosé guida una macchina senza indossare la cintura di sicurezza. Già in precedenza la canzone “See U Later” delle quattro cantanti era stata bannata, ma per l’eccesivo uso di termini violenti e volgari.

Simili forme di censura avvengono spesso in Corea: KBS e SBS ad esempio, nel 2018 hanno bannato la canzone “You’re in love, right?”, delle IZ*ONE, in quanto le lyrics interamente in giapponese andavano contro la regolamentazione interna, che non ammette canzoni troppo legate alla cultura del Sol Levante. “Like That”, delle CLC, è stata bannata per la descrizione troppo spinta di una relazione tra un uomo e una donna, così come la track “Island”, dei Winner, ritenuta “oscena” per le sue lyrics (“proprio come agitare un cocktail, voglio fondermi con te sul divano”). Non è piaciuto nemmeno il linguaggio di PSY, che si è visto bannare 4 canzoni, troppo volgari. Gli artisti censurati sono tantissimi: Monsta X, BTS, Sistar e tanti altri, la lista è praticamente infinita.

exo lotto .jpg

In tutto questo caos di censure, resta comunque la possibilità di venire “graziati” e di tornare a essere idonei alla trasmissione: basta editare il MV o la canzone rimuovendone le parti incriminate. Niente impedisce agli artisti e alle label di procedere in tal senso, nel caso siano disposti ad autocensurarsi. Per fare un esempio, nel 2016 gli EXO hanno deciso di cambiare il titolo della loro title track “LOTTO” per potersi esibire sulla KBS: il riferimento al gioco d’azzardo aveva provocato il ban, gli artisti hanno quindi sostituito la parola incriminata con un’altra che avesse un suono simile, “Louder”.

Per dei particolari che a volte sono minimi e insignificanti potrebbe valerne la pena, ma si pensi invece a quando si tratta di cambiare il testo di una canzone, sostituendo una o più parole e cambiandone il significato generale, i toni, le intenzioni. Voi cosa ne pensate?

Le IZ*ONE continuano a stupire in termini di vendite!

Già l'anno scorso, in occasione del loro debutto 29 ottobre con "Color*IZ", le vincitrici di Produce 101 avevano venduto 80800 copie nella prima settimana di attività, mantenendo alta la popolarità anche nelle settimane successive, riuscendo a risultare come il gruppo femminile con il maggior numero di vendite nel 2018 per un album: oltre 150 mila!

Ma la corsa delle IZ*ONE non si è arrestata. Lo scorso 1 aprile, le ragazze hanno fatto il loro comeback con "HEART*IZ", secondo minialbum guidato dalla title track "Violeta" (di cui è presente il practice video in basso), riscuotendo grande successo. A una settimana dall'uscita, il disco ha registrato cifre impressionanti, facendo cadere un record che apparteneva alle TWICE da qualche anno.

In una sola settimana, stando ai dati di Hanteo, "Heart*IZ" ha venduto 132100 copie, risultato che supera quello di 129600 fatto registrare da "twicetagram", uscito il 30 ottobre 2017. Adesso le IZ*ONE sono il girl group con il maggior numero di vendite per un solo album in una settimana.

Questa è la classifica aggiornata:

1. IZ*ONE – « HEART*IZ » (132 100)
2. TWICE – « twicetagram » (129 600)
3. TWICE – « YES or YES » (118 200)
4. TWICE – « Signal » (114 200)
5. TWICE – « TWICEcoaster : LANE 2 » (113 600)
6. TWICE – « What is Love? » (109 400)
7. TWICE – « Summer Nights » (106 500)
8. BLACKPINK – « Square Up » (102 000)
9. TWICE – « TWICEcoaster : LANE 1 » (94 000)
10. SNSD – « Holiday Night » (90 200)

Complimenti alle IZ*ONE

Pagina 1 di 3
Joomla SEF URLs by Artio