BTS e Blackpink trainano gli incassi del K-Pop all'estero, ma tutto il movimento avanza.

Di Pubblicato Settembre 03, 2019

La KOMCA (Korea Music Copyright Association) ha diffuso le cifre di incassi per le royalty all'estero per il periodo che va da gennaio ad agosto 2019. Il totale degli incassi è di quasi 11,3 miliardi di won (circa 8,5 milioni di €), in crescita del 140% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Un rappresentante del KOMCA ha spiegato: "La musica degli artisti coreani come i BTS e le Blackpink, ma anche di altri artisti, sta ricevendo grande affetto da parte di fan di tutto il mondo e anche le esibizioni di artisti coreani all'estero sono sempre più popolari. Questo è il risultato anche degli sforzi che compiamo per ridurre le omissioni nella raccolta di diritti d'autore sul K-pop attraverso un sistema di monitoraggio rafforzato per l'uso della musica all'estero e l'organizzazione di professionisti nei dipartimenti competenti."

In qualità di più grande organizzazione fiduciaria del copyright in Corea, che gestisce i diritti d'autore di circa 32.000 detentori di copyright musicale, la KOMCA ha raccolto fino a 203,7 miliardi di won (153 milioni di €) per royalty in tutto il 2018.

In particolare, a maggio, la KOMCA è stata selezionata come membro del CISAC (Confederazione internazionale delle società di autori e compositori) - l'organizzazione soprannominata "ONU dei gruppi fiduciari del copyright" - e sta creando influenze dirette sulle tendenze internazionali del copyright insieme a 20 altre organizzazioni dii Francia, Regno Unito, Stati Uniti, ecc.

Letto 351 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Settembre 2019 12:19
Joomla SEF URLs by Artio